Siamo orgogliosi di presentarti il nuovo progetto di cui facciamo parte: si chiama T4TH, Technology for Tourism & Hospitality, ed è il primo polo tecnologico per le strutture ricettive.

Oltre al TTG, quest’anno partecipiamo anche al SIA Hospitality Design che si tiene a Rimini nelle stesse date, tra il 9 e l’11 ottobre. 
Non saremo da soli però: faremo parte di un polo tecnologico altamente specializzato nel fornire soluzioni tecnologiche all’avanguardia per strutture ricettive di ogni tipo.

COS'È T4TH?
Si tratta di un gruppo di aziende, ciascuna leader nel proprio settore, che da anni collaborano con il mondo dell’hospitality fornendo tecnologie di vario tipo: dal wifi alla fibra, dalla domotica al controllo degli accessi, dai software gestionali all’infrastruttura delle reti, dalle linee telefoniche ai sistemi televisivi.

Il polo è stato ribattezzato T4TH, Technology for Tourism & Hospitality, un nome che racchiude tutta la potenza della tecnologia che forniamo per il mondo del turismo e dell'ospitalità.
Assieme a noi ci saranno alcuni nomi assolutamente illustri come Samsung, Eolo, BTicino, KLF Italia e Ruckus.

L’obiettivo è quello di fornire agli operatori dell’hospitality la più completa offerta tecnologica finora disponibile sul mercato, raccolta sotto un unico brand: una sorta di fornitore unico che offre alle strutture ricettive un servizio all-inclusive, senza bisogno di cercare altrove quello di cui hanno bisogno.

QUANTO TECNOLOGICA È LA TUA STRUTTURA RICETTIVA?
Vieni al SIA Hospitality Design e scopri come puoi trasformare la tua struttura in un ambiente largamente tecnologico, facilitando il lavoro del tuo personale, da una parte, e conquistando i tuoi ospiti con tecnologie innovative che renderanno il loro soggiorno indimenticabile, dall'altra.

Ti aspettiamo insieme ai nostri partner al SIA Hospitality Design, Padiglione B1, Stand 141.

Puoi usare il modulo qui sotto per fissare un appuntamento oppure lasciare la tua email sulla pagina ufficiale del T4TH.

 

Iscriviti a questo evento:

* Required fields